Autore
Argomento : Ristoro ... quasi tutto esaurito

Marino

Postato il
29/01/2013
ora 20:35:21

replica

Sono un podista che da anni frequento l'ambiente e a volte capita lo spiacevole inconveniente di arrivare al ristoro, soprattutto in gare di medio e lungo percorso, e trovare quasi tutto esaurito (per esempio è rimasto solo il te ed a volte neanche quello).

Con la premessa che chi organizza lo fa in modo volontario e che è sempre da elogiare, è anche vero che chi partecipa con fatica (con un contributo di iscrizione), se alla fine non trova un adeguato ristoro rimane male.

L'ultimo episodio è accaduto domenica scorsa a Villa Verucchio in occasione del Minicalendario.

Onde ovviare all'inconveniente basterebbe razionalizzare le vivande calcolando il numero dei partecipanti con il loro arrivo.
Al contrario succede che i podisti della Km 2,5 si fanno una bella colazione a discapito di quelli che hanno faticato.

Col la speranza che quanto espresso sia recepito in senso collaborativo.

Podista Puritano

Postato il
30/01/2013
ora 10:25:23

replica


 Concordo perfettamente con quanto scritto sopra... la colpa è della maleducazione di certi corridori,o presunti tali,non certo della buona volonta' dei volontari delle podistiche,da elogiare per il loro impegno.
E' giusto ricordare che queste persone,i volontari, non guadagnano assolutamente nulla nel porgere un bicchiere di the' o un biscotto.

Federri

Postato il
30/01/2013
ora 12:48:27

replica

Verissimo, ed e' anche vero che, diciamolo, con il contributo di 2 o poco piu' euro ci si passa una mattina in allegria, e con i tempi che corrono non e' poco. E' capitato anche a me due domeniche fa a Coriano, al mio arrivo the' freddo (sigh) e tre biscotti sbriciolati. La colpa forse era la mia, sono arrivato tardi..... Questo sara' da sprone per correre piu' in fretta la prossima volta: dopo non ci sara' piu' nulla da mettere sotto i denti! A parte le battute comunque e' ovvio che si incontrino differenze tra i vari eventi, tra i differenti calendari. Per esempio nel Minicalendario il premio partecipazione lo danno alla fine di tutto il calendario, alla cerimonia di premiazioni finali. Qui da noi invece, di solito, si incassa subito. In genere anche i ristori sono un po' piu' forniti. Lo dice la parola: "Mini-calendario"....... Si fa' per ridere, eh! Nulla da eccepire, io mi faccio spesso quei 60-70 km per raggiungere le colline Riminesi, e partecipare a questi appuntamenti.

Dexter

Postato il
30/01/2013
ora 19:32:38

replica

Putroppo molto spesso accade.......
Ma anche io concordo sul fatto che la colpa non è dei volontari ma (e qui divento cattivo davvero) di quei vecchi ciccioni della malora che vengono a farsi la camminatina da 3 o 4 chilometri, partendo un'ora prima e che, una volta arrivati si attaccano al ristoro finchè non sono belli pasciuti!
Magari non facendo neanche l'iscrizione!
Ed io che mi faccio le seghe mentali che per non assumere calorie inutili mi accontento di un biscotto e di un bicchiere di the!
Nonostante in queste garette arrivi tra i primi e il ristoro è ancora bello fornito!
Anzi se c'è qualcosa di troppo goloso bevo e scappo per non cadere in tentazione!
E' quando vedo quella gente, che all'immagine dello sportivo non ci va neanchè vicino, strafogarsi al ristoro......divento una belva!
Le podistiche sono roba per sportivi!!!!!!!
Quei personaggi la domenica mattina dovrebbero STARSENE A CASINA!
Scusate se qualcuno si è offeso ma questo è quello che vedo!
Purtroppo il podismo è preso seriamente da ancora troppa poca gente.
Per quello che riguarda "Il Giro di Verucchio" sono arrivato tra i primi 10/15 e al ristoro c'era ancora tutto, ho preso un biscotto e bevuto due bicchieri di the e sono andato via, poi non sò come sia andata a finire.
Però mi rendo conto che questa situazione si ripete troppe volte.....
Fosse per me, finche' non è arrivato il primo della testa della corsa, il ristoro lo terrei chiuso!
Tanto quando hai bevuto 2/3 bicchieri e sgranocchiato una robina sei a posto!
Mangiare mangio a casa mia!

Tempus fugit

Postato il
30/01/2013
ora 22:42:08

replica

Ecco avete sollevato una questione...cruciale. Le prime volte che ho cominciato a recarmi alle manifestazioni podistiche avevo sempre la sensazione di essere arrivato tardi. O comunque mi sembrava di essere piombato in mezzo al caos: gente di qua e di là che cammina e/o corricchia in tutte le direzioni, ritiri immediati dei premi, via vai alle iscrizioni ed altri banchetti ecc. All'inizio mi dicevo: caz...ma la gara è già iniziata!? Ed invece a poco a poco ho scoperto che tutta questa "fibrillazione" faceva parte del gioco. Quante persone vedo arrivare in tuta che si fanno il loro giretto in occasione della manifestazione e quindi indipendentemente dagli orari inizio corsa, competitiva o non competitiva che sia...Oppure liberamente cazzeggiano di qua e di là in compagnia di amici e spesso ritirano il pacco premio comune subito dopo l'iscrizione! Beh tutto questo credo faccia parte del fenomeno delle podistiche anche se mi fa sorridere che chi non corre, pur iscritto ad una società, possa fare numero e quindi faccia eventualmente vincere il premio di partecipazione alla sua società. Beh sempre meglio fare due passi che restare al bar a guardare qualcuno giocare a carte o il calcio su Skai(lo scrivo apposta così per dileggio). Ma condivido si tratti di cattiva educazione quella di prendere d'assalto il ristoro a gare neppur cominciate o senza due passi sullo stomaco!Mi ricordo addirittura la scorsa estate in piazza a Brisighella prima dell'inizio della corsa attraverso il Carnè non avevano fatto in tempo a cuocere le prime pizze fritte che già qualcuno, sicuramente non runners!, si avvicinava a riscuotere la propria consumazione!!! Quindi sarebbe veramente il caso che chi presidia i punti di ristoro proteggesse meglio le vivande dagli attacchi dei golosi, perlomeno aspettasse che si avviino alla conclusione le gare... Ma forse qualcuno scambia certe manifestazioni podistiche per sagre paesane e quindi si comporta di conseguenza...La fame è una cosa brutta!!

Podista Puritano

Postato il
31/01/2013
ora 10:20:12

replica


 Non solo vecchi ciccioni si autoesentano dall'iscrizione anche "runners" piu' in forma e giovani con la scusa che non devono fare il tempo ma un allenamento....Semmai li vedi all'arrivo in fila per scroccare,pure, un massaggio gratuito. Ci vorrebbe piu' disciplina e controlli da parte dell'organizzazione.

Federri

Postato il
31/01/2013
ora 12:38:12

replica

Concordo, in fondo ci si trova per fare sport, o almeno attivita' fisica, non per spolverare il ristoro. Ecco da dove vieni il termine "MagnaZamblon" !
Per quanto riguarda il premio (o pacco) gara, dipende dall'organizzazione. In certe occasioni viene distribuito fin da subito, e si puo', perche' no, ritirare appena dopo l'iscrizione, previa consegna del ticket. Anche perche' poi magari finiscono. Altre volte invece vengono distribuiti alla fine della manifestazione, dopo l'arrivo. Oh, io quando lo vedo, il premio, lo incasso. Al mio arrivo magari e' troppo tardi.....

Johnni

Postato il
31/01/2013
ora 17:36:18

replica

Oltre al problema dei ristori c'è anche quello dei premi, ovvero molte società iscrivono il cugino del presidente, la zia del vice, il nipote del consigliere solo per far numero e vincere un prosciutto..
Serve più serietà e controlli non è giusto per chi corre!!!

Dexter

Postato il
31/01/2013
ora 19:16:54

replica

Detta anche in sincera verità chi "corre" sul serio mai si sognerebbe di non fare l'iscrizione o di prendersela a morte se non trova al ristoro che qualche biscotto sbriciolato.
Il podismo spinto ai massimi livelli soggettivi genera una sopportazione alla fatica e una presa di coscienza sui reali scopi di questo nobile sport......
-Migliorare al massimo la propria forma fisica
-Competere sempre.....perchè per quanto tu possa migliorare, c'è sempre qualcuno che và più forte di te da poter andare ad acchiappare. La cosa più divertente della corsa!
-Disciplina e rispetto, perchè le tabelle, i ritmi e lo stile di vita che un vero podista si impone gli insegnano anche quello che conta veramente quando si è in mezzo agli altri.......L'EDUCAZIONE!
Certo, qualche volta ci si arrabbia per queste cose, ma tanto non cambierà mai nulla e sinceramente a me frega poco del ristoro o del premio di partecipazione.
Le cose che "acquisto" con l'iscrizione della domenica e che mi rendono più "ricco" sono ben altre!
Quindi non prendiamocela più di tanto e facciamo i signori.
Troppo spesso sorpassando i camminatori nelle non competitive, con la faccia stravolta dalla fatica, in apnea e con la schiuma alla bocca, mi sono sentito dire frasi tipo......
"Ma chi te lo fa fare?"
"Oh guarda che non si vince niente!"
"Quest' ades' 'e mòr"
OK OK......voi intanto andatevene pure in giro a spasso con la vostra bella taglia 54 e la pressione 95-145, con colesterolo, trigliceridi e gamma gt alle stelle........
Poi vediamo chi fà la botta prima!
E parlo a ragion veduta, perchè io 5 anni e 10 chili fa ero uno di quelli, il podismo ha cambiato radicalmente la qualita della mia vita e quando vedo che troppe persone lo snobbano o non lo prendono sul serio, mi infastidisco non poco!
Passare da quel rottame che ero ad uno da 3.50/4 al km mi è costato sudore, impegno e soprattutto tanta tanta fatica!
Ma come ho già detto.....lo sport non è per tutti!

Tempus fugit

Postato il
31/01/2013
ora 23:15:08

replica

Dexter hai scritto una pagina epica...ce l'hai tanto con i "magnazamblon" (bello il termine riportato da Federri) perchè forse eri come loro prima della "svolta"...e quindi avercela con loro è un pò come combattere contro vecchi spettri, fatiche ed abitudini di un tempo. Certo che in questo Topic è venuto fuori un bel pò di risentimento covato a lungo contro i non-corridori, i podisti-scrocconi della domenica e chi più ne ha ne metta!!! Un piccolo, grande sfogo...Francamente per me oramai quei signori fanno parte dell'ambiente, li vedo come elemento integrante delle manifestazioni podistiche. Mi sono indifferenti e ripeto, al limite forse anche più simpatici di quelli che vegetano nei bar...però se mi sottraggono il mio tè caldo zuccherato a fine gara divento una belva!!

ThoMas sacrato

Postato il
01/02/2013
ora 07:59:52

replica

Il problema principale rappresentato dai "non-corridori" non credo sia quello dei ristori.Peggio ad es. quando te li ritrovi davanti a frotte, in spazi ristretti, che non si spostano nemmeno con le fucilate.Li' a volte si rischia anche l'infortunio.
Saluti

ThoMas sacrato

Federri

Postato il
01/02/2013
ora 12:25:17

replica

Bella Dexter, concordo con te, quello che tu hai raggiunto rappresenta l'obbiettivo su cui sto lavorando. Ma tu, scusa l'indelicatezza, non sei quello che si fuma 25 sigarette al giorno??? E non riesce a smettere? Allora anche tu sei umano, altro che trigliceridi! 

Dexter

Postato il
01/02/2013
ora 20:42:54

replica

Prima di tutto le ho calate drasticamente, cosa che mi ha permesso di pelare ulteriormente qualcosa e di riuscire a passare sotto i 4 (brevi in piano intendiamoci)
Ho rinunciato al cibo...sono a dieta perenne
Ho rinunciato all'alcool....solo una birretta ogni tanto
Ho rinunciato alla vita sregolata da discotecaro che amavo tanto
Ho rinunciato alla "caccia alla volpe"....ora che convivo, la mia signora non credo che gradirebbe
E sono più in forma adesso che ho 40anni rispetto a quando ne avevo 20.
Federri cerca di capire che non ho mai avuto la pretesa di essere un top runner e rinunciare a tutto è dura!
Comunque ci stò lavorando e non è facile per niente, ma tanto hanno smesso tutti.....prima o poi ci riuscirò anche io.
Non credere che passare da "vizioso" a "virtuoso" sia una cosa indolore ed io fino a 32-33 anni da quando ne avevo 14 ne ho fatte di ogni, poi ho capito che se avessi continuato così l'avrei presto pagata cara.
Poi grazie al podismo ed alla mia innata competitivita' ho fatto risulatato, ma gia ora sono oltre le mie più rosee previsioni!
Peso forma ok
Pressione perfetta
Analisi del sangue ok
Non so' cosa sia un'influenza da 10 anni
Raffreddore, tosse, mal di gola.....e che cosa sono?
Per cosa ero a 30anni ora mi vedo come un superman......
Le paglie.......oh figlioli.......abbiate pazienza.......ci riusciro'....
Non ho mica ammazzato nessuno.

Dexter

Postato il
01/02/2013
ora 20:52:21

replica

Thomas, fortunatamente io il tuo problema non c'è l'ho mai avuto......
Mi sentono arrivare da 50 metri, io e il mio bel fiatone, quando si girano e mi vedano in faccia si spostano spaventati
Sono bruttissimo , l'immagine della sofferenza

Panta Rei

Postato il
06/02/2013
ora 12:31:51

replica

La corsa è un gesto semplice, uno strumento che ci permette di nobilitare sia il nostro fisico sia il nostro spirito. Durante una corsa, competetiva o durante un allenamento si evolve sia la nostra capacità fisica oltre alla nostra percezione sensoriale; sul tema fisico non mi voglio soffermare anche perchè ben evidenti sono i vantaggi che otteniamo; mentre qualche cenno a quelli sensoriali e/o spirituali anche alla luce di questo thread mi pare necessario. Miei cari colleghi di strada: quando calchiamo le vie, le campagne, campi o carraie e abbiamo la ventura di incontrare qualcuno non proprio tonico, magari giù di forma, grigio e piegato dalla sua stessa incuria, o magari solo vittima degli anni; lanciamogli un pensiero bello, positivo, magari accompagnadolo con un sorriso; chissà che un pò del nostro benessere si trasferisca magicamente a lui! se poi questo si è mangiato il ns ristoro...non colpevolizziamolo troppo, magari nella prossima corsa sarà uno dei volontari che ci indicherà la giusta via!!! Se ci irriderà perchè ci vedrà schiumanti quando voleremo sugli ultimi metri della nostra ennesima fatica e non capirà il perchè di tutto questo affanno; il Sommo disse.."non ti curar di loro ma passa e và!" di contro io spero che qualcuno dei miei sudati pensieri si trasferisca magicamente a lui e gli stemperi un poco di quell'accidia che lo sta impoverendo; a lui spero verrà un poco di ristoro d'animo ma a noi....a noi che stiamo correndo, ma che dico volando, sugli ultimi metri di una mezza, di una maratona, di una 100km e seppur stanche e sofferenti nel fisico; con i polmoni pieni di aria rovente, i muscoli delle gambe che quasi ci potrebbe fare lezione di anatomia, il volto rigato dal sale del nostro sudore....bè per noi gioia e gloria; what else?!!!

Dexter

Postato il
06/02/2013
ora 20:18:56

replica

Ineccepibile

Dexter

Postato il
06/02/2013
ora 20:19:07

replica

Ineccepibile

Tempus fugit

Postato il
08/02/2013
ora 22:24:38

replica

Un gentleman!Panta rei...a Voltana mi è s-corso davanti!Alla prossima, magari già domenica a Fusignano?!

Panta Rei

Postato il
10/02/2013
ora 16:38:08

replica

Ciao Tempus...oggi a Fusignano per qualche falcata si è corso insieme!!! ghiaccio sulla strada e fiamme nel celo!!!

Tempus fugit

Postato il
10/02/2013
ora 22:27:46

replica

Mannaggia a te, e stavolta in corsa non mi hai detto nulla!
Letto n. 19447
volte
replica
Replica

nuovo post
Nuovo