Autore
Argomento : Maratonina di Natale - S.Marino 16.12.12.

Tempus fugit

Postato il
16/12/2012
ora 23:31:33

replica

Resoconto personale di una bella domenica di dicembre nella repubblica del Titano. La corsa ha la sua partenza dall'impianto sportivo di Serravalle, che si trova in una "vallata" poco dopo il borgo di Dogana. Da quando lavoravo nella repubblica, più di una dozzina d'anni fa, sono sorti molti centri commerciali, si è costruito e cementificato parecchio...L'area parcheggio del centro sportivo alle 8 è già superimpegnata e solo con parecchia fortuna riesco a parcheggiare a ridosso del palazzetto dove ci si iscrive e si ritirano pettorali e microchip. Partecipanti da ogni parte della Romagna, soprattutto dal riminese ed anche dalle Marche. Avvisto pure un...kazako. C'è anche il mio amico podista russiano venuto con la famiglia per trascorrere la domenica post-corsa sopra al Titano. Dentro al palazzetto ben riscaldato al ritiro del pettorale incontro Gorini e finalmente posso fare i miei complimenti a questo atleta d'acciaio che corre ininterrottamente o quasi dal 1974. Intanto oggi faccio un'esperienza nuova. Nella busta del pettorale trovo il microchip inserito in una fascia che penso sia da mettere al polso a mò di braccialetto... senza vergognarmi chiedo lumi al personale che mi spiega che la fascetta va chiusa tra i lacci, beata la mia  ignoranza! Inoltre sento parlare per la prima volta della "punzonatura". Qui scopro di che si tratta osservando due organizzatori presi d'assalto dai partecipanti pochi minuti prima della gara. Stanno effettivamente "punzonando" i pettorali di chi si rivolge a loro. E anche qui mi metto in regola come tutti. Bene, adès sit a post ?! E' ora di partire! Riscaldandomi ancora una volta mi sguscia via la grande Anna Spagnoli, non mi riesce proprio di farle i complimenti per i suoi exploit. Non conoscevo assolutamente questa corsa, ma non ci voleva una grande immaginazione per capire che ci sarebbe stato da "salire" per qualche colle e "castello"... Intanto fin da subito mi parte davanti una fiumana di persone ad un ritmo che mi pare elevato. Mi sono promesso di badare solo a me stesso, almeno all'inizio, di non guardare troppo agli altri e di non farmi prendere dalla fretta. La speranza è ovviamente quella di mantenere le energie per un eventuale sprint finale (anche se non ho ancora idea del tipo di percorso). Intorno al km 4 curioso il passaggio all'interno di...una grossa concessionaria Audi! Si entra dal piano terra showroom e si prosegue al piano superiore lungo l'officina. Originale, insolito. Dal km 6 ecco profilarsi le prime fatiche...dietro di me sento un ragazzino dire (testuale) al compagno di corsa: "Ecco il tasto dolente". Prima salitina verso Fogliano. Non si parla certo di un muro, ma...Nel frattempo la giornata diventa quasi radiosa: il cielo si sgombra parzialmente, il sole diffonde luce e pure calore, col risultato che la temperatura diventa quasi ottimale direi per una corsa di questo genere. Il panorama durante le prime salite è stupendo: colli riminesi, Montefeltro, mare, anche se l'orizzonte non può essere molto nitido, tanto verde intorno. Sì perché il percorso si inerpica sul lato sinistro della repubblica, decentrato ovviamente dalla superstrada che conduce alla cima del Titano. Il corteo dei partecipanti lungo le salite si sfila parecchio. Dopo le prime faticacce riprendo animo durante le discesine che di tanto in tanto si avvicendano ai tratti in salita. Nelle discese sconsideratamente ed incoscientemente (?) mi butto di slancio, ed in quei momenti mi diverto come un bambino. Ma achtung! Ci sono tratti di strada nella zona nei pressi di Torraccia (mi pare si chiami così) lungo i quali non ci sono controlli o recinzioni e durante le discese piuttosto veloci dei corridori più volte si è sfiorati pericolosamente da alcune automobili incuranti della gara... Poi cominciano gli ultimi 5-6 km dove capisco che da lì sarà tutta discesa giù giù fino in fondo... Da quando avevo partecipato a fine agosto alla corsa di Brisighella su e giù per il parco del Carnè non vedevo l'ora di trovarmi un percorso così: parto giù all'attacco come un folle ed infilo diversi podisti molto più cauti di me nel procedere. Si scende giù prevalentemente per sentieri e stradine, molti dei quali sono infangati o bagnati. Il divertimento è massimo quando si arriva ad un...tunnel! Fantastico! Tocca attraversare una galleria a tratti buia, sempre in discesa, la imbocco a tutta birra e nella semi oscurità ne supero 4-5...Che ingenuo entusiasmo il mio forse, il grosso dei partecipanti è già passato ma chi se ne importa, mi sto divertendo un casino! Proseguo la corsa spinto dalla discesa e dal fervore agonistico fino giù a Serravalle e dopo una salitina ed un altro pittoresco passaggio attraverso un ponte pedonale, si arriva finalmente allo stadio! Con le ultime energie cerco di non farmi sorpassare da nessuno, e dopo un giro di pista ecco il traguardo...Che bella corsa, che divertimento! Il mio primo pensiero è stato che tra un anno parteciperò nuovamente... Chissà come sarà andata là davanti. Al ristoro intanto si dispensa pure il brulé! Io però opto per il solito tè caldo con biscotti pandoro e ciambella. C'è pure la cioccolata dove la signora a forza di girare e rigirare perde il mestolo dentro il calderone E divoro spicchi su spicchi di arancia. Viene poi il momento di ritirare il premio generale, un vino rosso dei castelli sammarinesi ("vino da bersi giovane", speregna bèn...). Bella domenica pre-natalizia, spero per tutti, con una corsa veramente panoramica, con percorso ricco di vedute. Intanto un primo buon Natale a tutti i runners-podisti romagnoli e non! Tempus fugit

Carlo

Postato il
17/12/2012
ora 21:25:27

replica

La corsa di Serravalle, con partenza dallo stadio, è sempre stata un appuntamento imperdibile per tutti i podisti competitivi. Ottima l'organizzazione ed i ristori e molto vario e impegnativo il percorso.
Bellissima anche la giornata in tutta la Romagna, forse una delle più belle e miti degli ultimi anni e con un sole quasi accecante.
Bellissimi anche i servizi fotografici di Gian Franco Grazioli, per TuttoPodismo.it e di Luisanna Lopez, per Podisti.net.
Auguri a tutti di buone feste.

Carlo

Postato il
17/12/2012
ora 21:25:27

replica

La corsa di Serravalle, con partenza dallo stadio, è sempre stata un appuntamento imperdibile per tutti i podisti competitivi. Ottima l'organizzazione ed i ristori e molto vario e impegnativo il percorso.
Bellissima anche la giornata in tutta la Romagna, forse una delle più belle e miti degli ultimi anni e con un sole quasi accecante.
Bellissimi anche i servizi fotografici di Gian Franco Grazioli, per TuttoPodismo.it e di Luisanna Lopez, per Podisti.net.
Auguri a tutti di buone feste.

ThoMas sacrato

Postato il
19/12/2012
ora 21:08:20

replica

Tempus, non solo c'ero ma, consultando la classifica, *ThoMas sacrato* rifilandoti una manciata di minuti.Scherzo... si', e' vero: ci ho messo qualche minuto in meno di te ma visto che corri da relativamente poco, non sei andato male.Su uno dei tratti sterrati in discesa, se hai provato a guardare a sinistra dove c'era una specie di pista fangosa, forse ti sarai chiesto cosa sarebbe successo se avessimo dovuto correre li' sopra...Per avere una risposta avresti dovuto partecipare al cross di Alfonsine del giorno prima.Divertimento allo stato puro.Comunque, se ti sei esaltato in discesa e ti senti pronto a lanciarti giu' per qualsiasi china a velocita' folli e lanciando urla belluine, beh... sei maturo per la Fabrona.
Una corsa che definire "mitica" e' riduttivo.Il 26 dicembre, se non hai impegni, ti consiglio di provarci.
Saluti

Tempus fugit

Postato il
19/12/2012
ora 23:57:49

replica

Thomas non ho mica capito chi eri!! Comunque sia la prossima volta che mi individui (domenica ero "senza motto") fammi un fischio...Panta rei ad esempio a Voltana mi ha buttato lì il suo soprannome...Comunque sì, mi sono divertito da matti, nella mia ingenua incoscienza (e eccitazione ed entusiasmo in gara alleggeriscono la fatica). Peccato per la Fabrona, ci avrei tenuto tanto, ma da sabato sono in trasferta natalizia, e se non viene giù il mondo proprio a Santo Stefano parteciperò ad una corsetta niente male (Chianti pici e cinghiale permettendo). Mi raccomando, le dritte sulle corse sono importanti e utilissime. Intanto buone feste a te!

Nicola

Postato il
20/12/2012
ora 15:43:19

replica

Bravissimi tutti Tempus e Thomas !
Io domenica mi sono "avventurato" a correre il Trail del Senio a Palazzuolo....fantastico !
Da qualche tempo a questa parte sto "gareggiando" anche nei Trail...e devo dire che dopo qualche perplessità iniziale, ora mi sto stradivertendo !!
L'anno prossimo comunque mi avete fatto venir voglia di correre San Marino !
A presto e buon Natale !!

Tempus fugit

Postato il
28/12/2012
ora 00:36:34

replica

Ciao Nicola! Bisogna che tu mi dia qualche dritta sui trail! Stanno interessando anche a me...con quale "attrezzatura" e quale spirito e preparazione vi partecipi???
Letto n. 15900
volte
replica
Replica

nuovo post
Nuovo