Autore
Argomento : AMAZON sponsor del sito (pecoroni ipocriti)

Domenico Bonfrate

Postato il
02/05/2021
ora 23:26:13

replica

Vedo ancora Amazon come pubblicità del sito. I giovani nel 68 fecero una rivoluzione per molto meno rispetto alle restrizioni sproporzionate d'oggi. Grazie agli anziani "saggi", Amazon in Italia ha più fabbriche di tutt'Europa. Grazie ai clienti ignoranti che anziché abbattere il capitalismo lo aiutano comprando da questo sito di super ricchi dove vi lavorano servi giovani. Il consumismo non vi porta felicità, insegnate questo ai ragazzi zombie d'oggi. Gli schermi digitali idem. Lo sport di una volta semplice è finito nella pattumiera grazie all'assenza di esempi di vita. Vi preoccupate di anziani con già altre patologie rispetto ai giovani sani;squilibrati. Lo scudetto d'oggi ha fatto riempire il duomo di Milano. Le pecore si eccitano per un calcio ad un pallone di gente ricchissima. Le palestre sono chiuse per colpa vostra. Prendetevi le conseguenze. Si prenda spunto da Parigi dove spaccano tutto e vanno contro persino i sindacati collaboratori. Molti fanno quello che vogliono come sempre. Non vi mostrano i gilet gialli nei vostri canali, perché non è la vostra droga dipendente. Vi mostrano solo numeri insensati. La corsa dovrebbe aprire gli ultimi neuroni rimasti, non arrugginirli di più. Vi lascio alla prossima domenica: messa e calcio in tv. Basta sponsorizzare Amazon sul sito, che schifo. Saluto il gregge con le maschere inutili; nemmeno lo sport vi ha reso unici, peccato perché la vita è breve e la corsa avrebbe potuto fare la differenza dato il numero altissimo di amatori in tutta Italia, ma purtroppo si sono confermati dei ratti da laboratorio come troppi. Eliminate la pubblicità "amazon' carissimi amministratori e chiedete scusa a tutti qualora vi rimanesse un po' di morale. Il peggio non è ancora arrivato, grazie al silenzio altrui. Morire non è nulla, non vivere è spaventoso.

Giorgio Piccinini

Postato il
06/05/2021
ora 22:28:18

replica

Caro Domenico,





Non sono un amministratore del sito ma in un qualche modo mi sento tirato in ballo lavorando nel settore. L’amministratore del sito sarà libero o no di fare quello che gli pare? Voglio dire, puoi sempre crearti il tuo personale romagnapodismo.it e su quel sito decidere di non avere nessun tipo di sponsor o pubblicità, oggigiorno non hai bisogno neanche di un server.

Questo modo di “attaccare” non ha portato ne porterà mai a niente, meglio essere propositivi, non dare la colpa agli anziani, al capitalismo o alla tecnologia che avanza. Cosa proponi? O cosa fai per migliorare il mondo attorno a te?

L’Italia va a rotoli? La società occidentale è in piena crisi di valori morali? Beh, non è una novità, è sotto gli occhi di tutti ma non è questo il luogo per parlarne.

Se vuoi avere un discussione costruttiva al riguardo, visto che sono temi che stanno a cuore anche a me, sai come contattarmi.

At salùt,

Giorgio Piccinini

DOMENICO BONFRATE

Postato il
09/05/2021
ora 21:32:00

replica

L'amministratore del sito, continua a pubblicizzare la schiavitù moderna "Amazon" e lo sfruttatore più ricco del mondo Jeff Bezos. Milioni di giovani sono alienati all'interno. Guardati i video degli infiltrati all'interno di questa "setta" con giovani disperati adepti. Come farla fallire? Non pubblicizzandola e non spendendo più da Internet. Hanno fatto chiudere e fallire tutto, facendo intascare miliardi ad Amazon che non ha mai chiuso. Il settore del podismo avrebbe potuto protestare un minimo in segno di ribellione alle sproporzioni presenti, invece nulla, nonostante vi siano migliaia di podisti in Romagna. L'atletica ha portato le più grandi ribellioni. Ecco perché ne parlo qui. Un esempio fu il podio con il pugno alzato guantato di nero, ascoltando l'inno a testa bassa, con le scarpe in mano, nell'Olimpiade del Messico 1968 contro il razzismo e la discriminazione. Avreste potuto fare le manifestazioni sportive ugualmente senza le mascherine e distanze inutili. Coloro che ancora pensano che esse siano utili, ritornino alla sopravvivenza quotidiana. Le multe per chi ha un minimo di intelligenza le contesti nel limite di tempo concesso senza pagarle. ll processo verrà archiviato senza condanna, se invece paghi dichiari di essere colpevole. Aspettare le forze dell'ordine nell'evento senza paura e farsi multare. Vorrei vedere cosa fanno le genti in divisa contro migliaia di sportivi pacifici. Dovete fare qualcosa, agite. Fatelo per quei miliardi che vivono in povertà che non possono protestare. Vi siete fatti abbindolare dapprima col clima, poi attraverso il terrorismo (l'avete dimenticato?) e ciliegina sulla torta con la più grande commedia dell'arte mondiale. Riempiti di cotanta confusione e paure che praticamente mese dopo mese avete accettato gli arresti domiciliari aspettando morti premature per effetti collaterali. Oltre al fatto che vi state tassando da soli l'aria comprando le "museruole". Se non agisce l'Italia o le altre potenze mondiali, chi vuoi che lo faccia? Alla tua domanda "Cosa fai per migliorare il mondo attorno a te?" ti rispondo che l'unica soluzione era partire da uno Stato dove vi sono troppi anziani e i giovani si rincoglioniscono tra calcio e messe, dove i "mammoni" non fanno più figli. Mi ritengo un cervello in fuga. Sto facendo ripartire le zone rurali con una consapevolezza diversa evitando la città, evitando il consumismo. Ho procreato all'estero mantenuto dallo Stato con il Welfare migliore al mondo. Non si deve lavorare visto che gli Stati ti prendono per il deretano come non mai, non ti vogliono bene; bisogna sfruttare gli ultimi aiuti rimasti sempre rispettando la legge, non i decreti. Cosa avete fatto affinché le sproporzioni delle restrizioni cessino quanto meno nel mondo del podismo? Non annullate più eventi e pacificamente fatevi sanzionare. Siete i migliori avvocati e dottori di voi stessi, il resto sono solo numeri per ipnotizzarvi. Non creo nessun sito, sono qui per critiche costruttive, aspettando che qualcuno con del buon senso, prenda la mia iniziativa alla lettera.

Giorgio Piccinini

Postato il
15/05/2021
ora 10:26:53

replica

Conosco bene la situazione “Amazon” in Italia e non solo, la gente vuole ricevere i pacchi velocemente e dato che in alcuni punti della catena ancora non si possono usare le macchine i giovani vengono spinti a lavorare sempre più velocemente. La colpa è di Amazon? O delle persone che vogliono il pacco il giorno dopo? Non è scontata la risposta, se ti metti per un momento dalla parte di Amazon capisci che stanno cercando di soddisfare un bisogno per un maggior profitto, gli vorresti dire che non dovrebbero provare ad aumentare il profitto? Detto questo, anche se non pubblicizzi più Amazon e non compri più online rimane il “problema” della gente che vuole il pacco il giorno dopo, con questo voglio dire che morto un Amazon se ne fa un altro, mi domando se a questo punto non sia meglio fondare un “Amazon” a misura d’uomo; Chiaramente prima che le macchine completino il processo di automazione industriale, perché a quel punto non ci saranno più giovani sfruttati ma macchine che lavorano 24 ore su 24.

Ora capisco il tuo punto di vista del podismo, beh il podismo è fatta di persone come in tante altre categorie, mediamente più umili rispetto alle altre, questo è vero ma aspettarsi che nasca una rivoluzione di un qualche tipo mi sembra azzardato, il podismo ha la stessa probabilità di creare una rivoluzione di tutte le altre categorie.

Piccola parentesi: non conoscevo la storia del pugno guantato di nero dell’olimpiade del 1968, grazie.

Si, avrebbero potuto fare le manifestazioni lo stesso senza mascherine e senza distanze utili se credi che non esista nessun coronavirus ma se il virus esiste e credo che ne abbia dato prova, allora la cosa più sensata da fare era annullare le manifestazioni, cosa che è stata fatta. Assumendo che il virus esiste ci sono articoli scientifici che spiegano l utilità della mascherina ( si, me li sono andati a leggere ) è vero poi che non fermano nessun virus se non partiamo dalla categoria FFP3 ma riducono la percentuale dei contagi ed è questo che si è sempre cercato di fare, ridurre i contagi dimodoché gli ospedali fossero in grado di mantenere il ritmo. Se poi mi dici che il virus non esiste e che la scienza sulla quale abbiamo costruito la società moderna non conta niente, chiaramente le mascherine e le distanze non sono utili.

“Dovete fare qualcosa, agite” se dici cosa fare, perché la gente dovrebbe farlo?
Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo, la gente poi seguirà a ruota.

Il clima, il terrorismo hai aperto tanti fronti qua, perdonami se non aggiungo niente al riguardo ma ne verrebbe fuori un tema e non è mia intenzione.

Vorrei far notare che alle volte i “mammoni” non hanno la possibilità di avere dei figli per ristrettezze economiche o per mancanza di materia prima, trovare una donna per metter su famiglia non è cosa scontata oggigiorno. Aldilà di questo mi sembra che centri ancora il fato, ecco perché ho fatto quella domanda, facile puntare il dito e dire che le cose non vanno bene, distruggere è più facile di creare. Ah! sono partito con delle carte sfortunate ed ho perso il gioco! Mischiale di nuovo e riprova no? oppure cambia proprio gioco. Meglio impiegare le forze nel miglioramento del mondo, non pensi?

Libero di fare come credi, io penso che il lavoro nobiliti l’uomo, ogni persona su questo pianeta ha bisogno di uno scopo, di fare qualcosa che gli riesce bene. Dobbiamo dare un senso alla vita in un qualche modo per la pace della mente, se non hai uno scopo tutto perde di significato specialmente se volgi il tuo sguardo alla vastità dell’universo.

“Cosa avete fatto affinché le sproporzioni delle restrizioni cessino quanto meno nel mondo del podismo?” questa è una bella domanda da girare a chi si occupa dell’organizzazione delle podistiche, io personalmente non ho una risposta esaustiva, credo che annullando le manifestazioni abbiano ridotto i tempi delle restrizioni.

DOMENICO BONFRATE

Postato il
16/05/2021
ora 19:41:25

replica

Viviamo in tempi in cui si temono il pensiero e il ragionamento critico, qui siamo tristemente approdati. La mandria ha già deciso, il gregge avanza imperterrito.
Ma quale fato? Il destino te lo crei anche in ambito sentimentale. Il problema è guarda caso solo italiano dove vi sono più funerali che battesimi. Se non riuscite ad avere una donna e a fare figli fatevi un esame di coscienza o ribellatevi anziché schiavizzarvi ed arrivare a 30 anni soli con un telecomando alle mani (per non dire altro). Il processo di Norimberga doveva ritornare alla mente, ma la storia insegna solo agli intelligenti. Bisogna creare figli reazionari per avere una generazione che ha valori di libertà. Una battaglia che avrei voluto fare in campo, ma purtroppo gli Amazoniani e la massa sono convinti che lo Stato gli protegga ancora. In Italia, se non c’è la politica mafiosa, i giornalisti e la tv, c’è Gesù. Amate le vostre catene fino in fondo così potrò vedere la fine di questo capolavoro di cinema storico-tragico che ha come protagonisti voi con le vostre frasi sagge (ironia) : restate a casa, applaudiamo i dottori, andrà tutto bene. La corsa vi ha insegnato poco e niente. Purtroppo lo sport non è un bene per tutti (basti pensare al doping presente dei disperati). Svegliatevi !

Giorgio Piccinini

Postato il
16/05/2021
ora 23:03:42

replica

Son d'accordo con te, il destino te lo crei da solo. Se la situazione è così malandata aiutala a risollevarsi, che senso ha dire "svegliatevi"?

Con fato intendevo indicare la descrizione che hai dato alla realtà italiana: "troppi anziani", "giovani che si rincoglioniscono tra calcio e messe", "mammoni" come se fosse il risultato del fato appunto, in altre parole, una situazione per la quale vale la pena lamentarsi ma non altrettanto per cambiarla/migliorarla.

Ogni persona ha una vita fatta di tante sfaccettature e problemi, non mi permetterei mai di dire ad un 30enne ( a nessuna età ) fatti un esame di coscienza se non riesci a trovare una donna, ci sono veramente troppe situazioni diverse ed è impossibile conoscerle tutte. L'affermazione per la quale al giorno d'oggi è più faticoso metter su famiglia, deriva da una constatazione personale. La mentalità è cambiata, e molte donne neanche li vogliono i figli ( in Italia )

Comunque qua stiamo andando completamente fuori tema :-) Riassumo dicendo che sto cercando di convogliare la tua energia per creare qualcosa di tangibile, sto cercando di far comprendere che puntare il dito e sottolineare come le cose non vadano bene non serve a niente, una volta preso coscienza dei problemi si risolvono o quantomeno ci si prova ;-)

Giancarlo

Postato il
08/08/2021
ora 19:49:19

replica

io boicototo amazon,alibabà just eat,glovo e le multinazionali w i no global e i nazionalisti

DOMENICO BONFRATE

Postato il
10/08/2021
ora 16:09:51

replica

Non un solo professionista alle Olimpiadi ha osato togliersi la museruola sul podio o ha dato cenno di ribellione. Cantare l'inno come bestie domate. Robot, cavie, numeri. Questo è sport o distrazione con manipolazione? Vedere zombies correre per poi togliersi uno dei simboli della servitù dopo qualche metro è la conclusione che solo una guerra civile, anche tra stesso sangue, potrà far cessare la dittatura voluta dal popolo che ha obbedito ad ogni passo. La colpa è della troppa ignoranza presente. Serve pulizia e a questo punto giusto che sia così. Inutile manifestare mascherati, lamentarsi, dovevate disobbedire in massa venti mesi fa anziché applaudire e cantare dai balconi comprando da Amazon qualsiasi cosa. Se avessi l'autorizzazione, eliminerei giudici, avvocati, sindacati, forze armate e una buona parte di medici e giovani adepti tecnologici senza pensarci troppo. Purtroppo il falso altruismo ed ipocrisia merita soltanto una giustizia "fai da te". La scusa "non ci posso fare niente" domina: non posso fare figli, devo lavorare 40 ore a settimana ecc. Fanno bene i politici a mettersi d'accordo e votare tutto contro la libertà, con questa massa di giovani distratti dalla tecnologia e genitori ormai spenti neurologicamente, non si può costruire, ma soltanto distruggere. Meglio vivere un giorno da leone che 100 anni da pecora.

Facile così

Postato il
11/08/2021
ora 14:30:50

replica

La prossima settimana c'è da fare del volontariato.

Ti aspettiamo.

Domenico Bonfrate

Postato il
16/08/2021
ora 13:27:45

replica

Mi hai visto come volontario? Ero quello con lo striscione "andrà tutto beeeeene". Avevo la mascherina nonostante il caldo e due dosi lampo. Cari sudditi, zitelli di seconda età, manifestare non conta perché il governo fa quello che gli pare (tutti d'accordo) solo uno sciopero totale degli autotrasportatori e ritirando i soldi dalla propria banca sono azioni che farebbero male ai piani alti. Non posso fare battaglia nel campo, perché non ci sono soldati, sarò disertore di una prossima guerra tra ignoranti. D'altro canto gli elite non hanno tutti i torti visto il numero troppo elevato di dementi, cavie, zombies e dipendenti da superficialità che sopravvivono anziché vivere.
Letto n. 914
volte
replica
Replica

nuovo post
Nuovo