Autore
Argomento : Confusione mentale

Paride Gardelli

Postato il
13/10/2018
ora 09:07:01

replica

In occasione della gara podistica “Maratonina della Colonna dei Francesi” di domenica scorsa a Madonna dell’Albero è avvenuto un gravissimo episodio che ha avuto come protagonista il Responsabile provinciale UISP Struttura di Attività per il podismo (lo potete vedere nel sito di “Romagna Podismo” foto di Enio Gatta – 3^ parte, dopo il tabellone della classifica di società). Durante le premiazioni ha improvvisamente chiesto il microfono e ha inaspettatamente lanciato pesanti accuse agli organizzatori per “incapacità e inadempienze” emerse durante la manifestazione, accuse generiche e non meglio specificate che hanno sorpreso i presenti, apparsi in generale più che soddisfatti dei vari aspetti in cui si è articolata la gara. Una cosa evidentemente premeditata e preparata nei giorni scorsi, perché in mano aveva un foglio con qualcosa di scritto che materialmente non poteva aver fatto nei minuti precedenti. Tutto questo senza averne prima parlato o chiesto eventuali spiegazioni ai responsabili della società e senza sollevare l’ipotetico problema appena ne fosse emersa la carenza.
Per inciso, i partecipanti sono stati circa 1500, con poco più di 200 competitivi e 91 Promesse di Romagna. Si sa da tempo dell’attrito che c’è tra la ns. società e questo personaggio, dovuto al fatto che non abbiamo mai condiviso certe decisioni secondo noi deleterie e dannose per il movimento podistico ravennate, come poi in effetti si sta verificando, con drastiche perdite di partecipanti praticamente in ogni gara. Viene quindi spontaneo pensare che in questa occasione abbia deliberatamente cercato appigli e pretesti anche minimali ma da enfatizzare pubblicamente, facendo danni per l’ennesima volta. A noi non è stata riportata nessuna critica o segnalazione di inconvenienti; le uniche lamentele che abbiamo ricevuto sono dovute ……. alla presenza di questo individuo!!!
Diciamo che è sempre di attualità il detto “a volte è meglio stare zitti e dare l’impressione di essere stupidi piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio”.
Ringraziamo le società che ci hanno espresso solidarietà per quanto accaduto.

Raffaele

Postato il
13/10/2018
ora 16:43:03

replica

Come al solito hai raccontato i fatti alla tua maniera e non hai ascoltato. Ovviamente non rispondenti alla realtà.

Il messaggio letto era stato da tempo preparato con tutte le società del Coordinamento e non si riferiva alla gara di per se stessa, ma quello che è stato il comportamento non sportivo e non rispettoso delle regole condivise e votate.

Non è questa la sede per elencarti le manchevolezze sportive, ma sarà quella della riunione delle società del Coordinamento Podistico.

Non è questa la sede per elencarti che solo la tua gara ha avuto un drastico calo del 33% dei competitivi, mentre nelle altre facenti parti del campionato su Strada Uisp, sono in aumento.

Non è questa la sede per giudicare le tue offese.

Buone corse.

Raffaele 

Davide

Postato il
15/10/2018
ora 13:23:02

replica

replica Raffaele del : 13/10/2018 -
messaggio : Come al solito hai raccontato i fatti alla tua man


Come "non è questa la sede" ???
Prima prendete il microfono in mano durante la gara per lanciare delle accuse .... e poi in questo forum tirate indietro la mano?
Avanti, fate li rimostranze in modo che chiunque possa valutare

Raffaele

Postato il
15/10/2018
ora 14:28:55

replica

Sottolineo per l'ennesima volta che non è questa la sede adatta, soprattutto perchè qui si scrive e si interloquisce del nostro sport in maniera positiva.

Sono stato tirato in ballo e replico (perchè io la faccia ce la metto) e mi prendo la responsabilità delle mie azioni a differenza tua indicato "Davide" che ti nascondi dietro ad una tastiera.

Per completezza di informazione quello che segue è il messaggio letto:

"Buon giorno a tutti,
in occasione della cerimonia di premiazione di partecipazione, le società aderenti al Coordinamento Podistico di Ravenna, indicono un boicottaggio simbolico, ritirando il premio per la propria società e devolvendolo in beneficenza, secondo le modalità che si decideranno in Comitato. Questa forma di protesta, che non è rivolta alla società Caveja, ma ai suoi dirigenti, si é resa necessaria per il comportamento tenuto dagli stessi negli ultimi anni, comportamento contrario ai principi sportivi e di solidarietà accettati e sottoscritti da tutte le società aderenti. Di tutto questo si renderà conto nel luogo preposto e cioè l'assemblea del COORDINAMENTO delle società podistiche."

Spero che sia tutto chiaro e confermando che la sede preposta sarà la riunione delle Società podistiche, ti invito per lunedì 22 ore 20 a Voltana così potrai esprimere liberamente la tua opinione.

Buone corse !!!

Raffaele

Franco Pistelli

Postato il
16/10/2018
ora 02:22:34

replica

Scusate ma non è chiaro un bel niente: "comportamento contrario ai principi sportivi" è troppo generico.
Raffaele visto che sei stato tu a lanciare accuse PUBBLICHE, ora dovresti chiarirle in pubblico.

Per quanto mi riguarda, la mia solidarietà va a Paride, persona stimata nel movimento del podismo e che, con l'asd Caveja, hanno organizzato una corsa impeccabile.

Paride

Postato il
22/10/2018
ora 08:27:59

replica

AVREI VOLUTO NON REPLICARE, MA VISTE LE PROVOCAZIONI CONTENUTE NEL SECONDO E QUARTO POST DI QUESTA SEQUENZA DEVO AGGIUNGERE QUALCOSINA.
OVVIAMENTE NON HO ASCOLTATO IL DISCORSO FATTO QUELLA MATTINA PERCHÉ ERO LONTANO DALLA POSTAZIONE MICROFONICA INTENTO A METTERE A PUNTO LE PREMIAZIONI E MAI MI SAREI ASPETTATO UNA PUGNALATA ALLE SPALLE COME IN EFFETTI È AVVENUTO. E SONO IN MOLTI A PENSARLA COME DAVIDE E FRANCO.
IL RESPONSABILE PROVINCIALE UISP ATLETICA PURTROPPO INTERPRETA IN MANIERA DISTORTA IL CONCETTO DI “COMPORTAMENTO SPORTIVO” ED IL PROBLEMA È GIÀ STATO SEGNALATO ALLA UISP REGIONALE. PARLA DI “BOICOTTAGGIO SIMBOLICO” ALLE PREMIAZIONI DI SOCIETÀ, MA DA TEMPO CIRCOLAVA LA VOCE DI UN BOICOTTAGGIO VERO E PROPRIO IN TERMINI DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA, CHIESTO DA LUI AD ALCUNE SOCIETÀ. POI SOLAMENTE UN PAIO DI QUESTE L’HANNO MESSO IN PRATICA, CON CALO SIGNIFICATIVO DELLE PRESENZE DEI PROPRI TESSERATI.
ANCHE NEI NUMERI FA CONFUSIONE (E VEDO CHE SE NE COMPIACE PURE), PERCHÉ È VERO CHE ABBIAMO AVUTO UN CALO DEL 33% DI COMPETITIVI, DA 300 A 200, MA NELLA SUA GARA DI S. PATRIZIO IN APRILE IL CALO È STATO DEL 35%, ATTESTANDOSI A 242 COMPETITIVI, CIOÈ POCO PIÙ DI UNA TRENTINA RISPETTO A NOI, CHE POI SONO MEDIAMENTE LA DIFFERENZA IN POSITIVO DI PRESENZE CHE GARANTISCE L’INSERIMENTO NEL CAMPIONATO UISP, DAL QUALE QUEST’ANNO NOI SIAMO STATI ESCLUSI PER SUA VOLONTÀ.
POI C’È QUESTO DATO MOLTO PREOCCUPANTE CHE RIGUARDA LE PRESENZE TOTALI IN OGNI GARA DEL CALENDARIO RAVENNATE NEL MESE DI SETTEMBRE: RISPETTO AL 2017 IL CALO MINIMO È STATO DI CIRCA 150 PARTECIPANTI OGNI DOMENICA (CIRCA IL 13%) MA SIAMO ARRIVATI AD UNA PUNTA MASSIMA DI MENO 300 ALLA QUARTA DOMENICA (-19%). NELLA NOSTRA IL CALO È STATO DEL 17%, NON MALE DIREI, VISTO L’ESCLUSIONE DAL CAMPIONATO E IL BOICOTTAGGIO. QUESTO DIREI CHE NON È CASUALE MA È IL RISULTATI DI QUESTA GESTIONE, E QUANDO PARLAVO DI “DANNI AL MOVIMENTO PODISTICO RAVENNATE” MI RIFERIVO PROPRIO A QUESTO ASPETTO. MI AUGURO CI SI RENDA CONTO CHE GESTI COME QUELLO AVVENUTO IL 7 OTTOBRE SONO UNA PUBBLICITÀ NEGATIVA NON PER LA NS SOCIETÀ BENSÌ PER TUTTO IL PODISMO RAVENNATE, MA FORSE PRETENDO TROPPO!
FINO A TRE ANNI FÀ CON PRESIDENTE MAURIZIO VERNA DEL S.P. COTIGNOLA IL CLIMA ERA MOLTO PIÙ SERENO E LE PRESENZE IN COSTANTE AUMENTO. IL RITORNELLO CHE SI SENTIVA PRATICAMENTE OGNI DOMENICA ERA “BATTUTO IL RECORD DI PARTECIPANTI”; ADESSO LA MUSICA È CAMBIATA E QUESTI SONO I RISULTATI.

Raffaele

Postato il
22/10/2018
ora 11:05:31

replica

Ennesima falsità:

a nessuna società ho chiesto di non venire alla tua gara!!!

Stasera pubblicamente te lo diranno.

Poi risponderai di diffamazione!!!

Ps : per i numeri bisogna avere la correttezza di contestualizzare i fatti... San Patrizio nel 2017 era gara Nazionale !!!

Buone corse!!!

Raffaele

Andrea Flamigni

Postato il
27/10/2018
ora 15:16:50

replica

Al momento le accuse sono solo fuffa. Non è chiaro di cosa sia accusata la dirigenza della Caveja. Mi chiedo inoltre se la sede adeguata per tale rimostranze possa essere il palco di una gara ove la gente pensa principalmente a divertirsi e a passare una domenica spensierata . Sembra una disputa personale degenerata . La Uisp deve promuovere lo sport e non affondare chi organizza manifestazioni, a chi garantisce una costante presenza ed impegno .
Solidarietà alla dirigenza della Caveja e a Paride Gardelli.

Paride Gardelli

Postato il
05/11/2018
ora 08:51:25

replica

Come preannunciato, lunedì 22 ottobre c’è stata l’assemblea delle società podistiche aderenti al calendario ravennate e sono stati denunciati tutti i comportamenti illeciti di cui ci siamo resi protagonisti!!! Purtroppo l’argomento è stato trattato poco dopo la mezzanotte e a quell’ora il mio livello di attenzione era prossimo allo zero, per cui ricordo solo una raffica di accuse già scritte in precedenza e lette molto velocemente, di cui ne ricordo solo qualcuna. Avevo chiesto di riportarle in questo forum, così da poter rispondere punto per punto, ma evidentemente non sono stato ascoltato. Nel complesso mi sono sembrate accuse banali o prive di fondamento, dettate solo dalla voglia di trascinarci in una polemica da cui vorremmo tenerci lontani.
Completamente scazzata è la descrizione riguardante la mia partecipazione alla Maratona della Pace nel 2017. Probabilmente è sfuggito il fatto che noi siamo di supporto all’organizzazione di due iniziative proposte da Enrico Vedilei: quella lì e la “6 ore di Teodorico", quindi la mia presenza sul percorso per un allenamento era espressamente autorizzata. Ma come società collaboriamo anche in altre manifestazioni: la Maratona Alzheimer di Cesena, l’Urban Trail di Ravenna, le due gare di FABIONLUS per la raccolta fondi destinati alla ricerca contro SLA e malattie genetiche, tanto per fare il quadro completo dei nostri “comportamenti antisportivi”.
Quindi riteniamo che il Responsabile UISP SdA in questione si sia fidato delle apparenze oppure di qualcuno che si diverte a raccontare balle, e farsi portavoce di uno che si diverte in questo modo non dovrebbe essere motivo di orgoglio.
Ma la nostra convinzione rimane ferma a quanto già detto in precedenza: si vuole distogliere l’attenzione dai gravi problemi del podismo ravennate e da tutto quello di negativo che sta venendo fuori in questo periodo, frutto di decisioni inopportune, provvedimenti avventati e scelte sconsiderate. Quello che è successo in settembre l’ho già detto, ma il trend è proseguito anche in ottobre, con la maratonina di S. Pancrazio che ha perso circa 200 partecipanti in totale rispetto al 2017 (di cui una quarantina di competitivi) e peggio ancora è andata a Cotignola che di competitivi ne ha persi più di settanta (sono addirittura 150 in meno rispetto al 2016, quasi il 30%), mentre il totale è calato anche qui di duecento. Ma invece di cercare un rimedio a questa situazione si preferisce perdere tempo sprecare energie per altro verso, organizzando boicottaggi e scrivendo dossier.
Già, la confusione mentale, non è che con un aspirina e una bella dormita passa tutto, peggiora di giorno in giorno; uno non se ne accorge ma gli altri si.

verna maurizio

Postato il
05/11/2018
ora 11:55:14

replica

ciao a tutti e' la prima volta che mi inserisco per rispondere a commeti di altri su questo sito tralascio la discussione della riunione del 22/10 ci sara' modalita 'per le varie risposte da parte del presidente alberoni. ed altri menbri del comitato societa di ravenna per quanto riguarda cotignola tu paride dai una tua interpretazione dei dati nel 2016 la gara era valevole come campionato regionale uisp e campionato su strada di ravenna sicuramente erano numeri piu' alti il 2017 avevamo superato abbodantemente i 450 ricordando che una societa' del bolognese erano iscritti in 44 e tutti competitivi e questo anno di loro erano solo in 4 e alla tre monti imola mi anno detto che la societa'ì aveva fatto altre scelte. per quanto riguarda i competitivi del 2018 avevamo 335 preiscritti di cui 40 non anno ritirato il pettorale e la mattina comuncue abbiamo fatto 92 iscritti per quanto riguarda il numero totale noi abbiamo fatto 1819 totali ma voglio anche ricordare la gara di terra del sole che a sicuramente dei numeri alti oltre le mille persone e a nostro avviso il calo e normale.mi dilungo anche sulla gara di sabato a granarolo e come tutti sapete ci sara' il recupero cros regionale e so gia' che alcune societa' aderiranno poi non dimentichiamo il giorno dopo di ravenna 21/42 competitiva . quindi mi permetto di osserrvare che poi i numeri sono interprepativi grazie dello spazio concesso

DOMENICO BONFRATE

Postato il
30/06/2019
ora 15:54:24

replica

la confusione mentale è nelle ultime elezioni del 26/05. La confusione mentale è aver dato spazio al PD nelle corse, la confusione mentale è che siete tutti troppo anziani e di una generazione che ha lasciato il nulla ai giovani. L'Italia è un ospizio a cielo aperto dove le frustrazioni di uno Stato dove non ci sono e non si fanno bambini, dove Sud e Nord sono sempre in conflitto, l'unica cosa è attaccarsi allo Sport o alla religione nella maniera più fanatica possibile, senza invece concentrarsi su ben altri fattori che stanno facendo spopolare il Bel Paese, il fanalino di coda per le nascite. Il reddito di cittadinanza da decenni è presente in tutta Europa e gli aiuti per procreare sono 10 volte superiori in Stati dove se non si da, ti scendono tutti in piazza a protestare come i gilet gialli. Invece l'Italia resta attaccata alla televisione spazzatura e a qualche busta donata in uno sport dove il PD è onnipresente. Povera Italia, ignoranza che persevera all'infinito evolvendosi con i social. L'unica salvezza per l'Italia è il M5S e un totale cambiamento di gestione anche nello Sport per mandare via anziani e lasciare il posto ai ragazzi, ma dato che ve ne sono pochi e coloro presenti sono lavati di cervello daila tecnologia, il cambiamento ahimè è impossibile. Buona guerra virtuale fra poveri e buon lavaggio di cervello tra lega e PD. Il "dolce far niente" l'avete eliminato, dando spazio ed energia a cavolate tipo questa discussione senza scopi, contenti voi....

Franco

Postato il
17/07/2019
ora 23:02:51

replica

replica DOMENICO BONFRATE del : 30/06/2019 -
messaggio : la confusione mentale è nelle ultime elezioni del


Ci mancava solo il grillino deluso per la scarsa performance dei suoi idoli.... un TSO subito!

Domenico Bonfrate

Postato il
19/08/2019
ora 23:07:17

replica

Chi non ha dipendenze, non ha idoli. L'italia è dipendente dal calcio e dalla chiesa, più tutte le altre boiate emanate dalla tv. TSO per il sottoscritto? Ci accompagnerei tutte le nuove generazioni a cui servirebbe uno svuotamento totale delle cavolate assimilate dai loro stretti vicini e dall'istituzione per farsi una loro propria idea saggia o quanto meno normale e non ipocrita della vita quella reale non certo virtuale. Vi lascio ai vostri raduni podistici con le loro feste dell'unità stile ospizi. Fortuna non sono più italiano e mi sono svuotato, ci vuole solo tempo e coraggio.

Franco

Postato il
27/08/2019
ora 14:16:49

replica

Perchè le podistiche non le fanno alle feste del M5s?? ah già, perchè non esistono!! i grillini sono troppo impegnati sui social ed a battersi il petto come fai tu, non c'è nessuna socialità da parte dei m5s, solo rabbia verso chi non è loro.

Domenico Bonfrate

Postato il
06/01/2020
ora 23:00:36

replica

Ho fatto il Don Chisciotte con gente che nonostante fosse d'accordo su diverse idee che avevo proposto sulla corsa e sulla città di Ravenna, hanno continuato a seguire il gregge. Purtroppo come dissi in un forum cancellato dall'amministratore nel 2011, correre dovrebbe essere solo un piacere e per arrivare a ciò, lo si fa a sensazioni, senza avere orologi, sponsor, senza esagerare. Ma ahimé l'ego di molti podisti vede le loro "vittorie cronometriche" come chissà cosa per poi infortunarsi e cadere nel fanatico "tempo" per diventare sapienti del nulla, vantandosi di aver battuto l'amico di categoria. Rimettesse quell'articolo l'amministratore per dare spazio ad idee diverse che vedono la semplicità in primo piano e non delle tabelle, classifiche, tempi ecc. Lo sprofondare della città Dantesca sulla qualità della vita e l'assenza di persone all'altezza in diversi campi sono il risultato di azioni che erano semplici ipotizzare, ma purtroppo i sordi e i non vedenti sono troppi. Per poter vedere dei miglioramenti dovrebbe cambiare la mentalità; ci vorrebbero 2-3 decenni per come si è portati alla frutta l'ospizio a cielo aperto. Non mi prolungo più di tanto, visto che alla fine dei conti, i paraocchi sono fino alla morte per la maggior parte degli Italiani. Fortuna sono libero dall'ignoranza, grazie alla corsa che porta alla meditazione se fatta con la giusta dose, senza arrivare a respirare con la bocca per esempio. Respirate col naso, la bocca serve per mangiare e sparare boiate in televisione non per correre. Imparate a respirare col naso mentre correte e allora forse state imparando a vivere e a forse migliorare il mio ex Stato.
Amministratore di un sito da 4 soldi, ripubblica i 2 articoli che scrissi e che evidenziano la semplicità della corsa, cancellandolo nel 2011, hai dimostrato di essere il capo di un gregge con i loro nuovi orologi e le scarpe ultimo modello. La corsa è ben altro...la tecnologia uccide lo sport e la società.
Buon 2020 !

Raffaele

Postato il
07/01/2020
ora 11:34:34

replica

Signor Domenico Bonfrate si VERGOGNI !!!

E’ liberissimo di esprimere le sue opinioni e non a caso proprio in un post che parte da falsità e disfattismo. Detto ciò, l’ultima parte del messaggio è intollerante !!!

Come si pemette disprezzare l’impegno di chi, per passione, ha creato qualcosa che sta diventando il punto di riferimento completo del nostro mondo sportivo e associativo ???

Disprezza la tecnologia, ma senza di questa non avrebbe modo di inviare i suoi comunicati.

Stia sereno!!! Siamo in libertà ed ognuno è libero di esprimere il proprio essere sportivo (rispettando le leggi) nel modo che ritiene più opportuno. Non si erga a propugnatore di un suo credo in maniera esclusiva !!!

Spero in una indignazione di tutti coloro che seguono questo sito verso le sue accuse e critiche a chi invece sta facendo un lavoro egregio.
Prima di criticare impari a FARE !!!

Cordiali saluti e auguri di Buone Feste

Raffaele Alberoni

Franco

Postato il
08/01/2020
ora 22:15:21

replica

replica Domenico Bonfrate del : 06/01/2020 -
messaggio : Ho fatto il Don Chisciotte con gente che nonostant


Lei vuole *obbligare* le persone a correre come lei detta: senza orologi, senza guardare alle vittorie, respirando solo con naso ecc. Ma si faccia gli affari suoi ed impari a rispettare le diversità: le persone saranno pur libere di correre con l'orologio se e quando gli pare!




e poi sta solita teoria del complotto, il post che dice, non è più in grado di trovarlo lei: non ha notato che prima del 2012 non c'è nessun post? questo forum esiste solo dal 2012! probabilmente confonde il forum di romagnapodismo.it con quello storico di podistiavisforli.it (molto simili) che è ancora disponibile quì: yyyy://win.podistiavisforli.it/forum/menu_BF.htm

prima di insultare, controlli due volte!
che figuraccia...

sabrina sgalaberna

Postato il
09/01/2020
ora 10:19:51

replica

Buon giorno a tutti voi,
raramente mi permetto di giudicare e di intervenire su questioni che vedo esternamente e dunque forse potrei da osservatore dire la mia ma taccio.
Taccio! se non per casi come:1) ingiuste/ illazioni verso il grande lavoro dei VOLONTARI del cui lavoro in molti beneficiamo; 2) e offese (sebbene anche queste gratuite ma di ben altra forma di gratuità, più facile sicuramente perchè soli fini a se stesse e senza spunti costruttivi) verso persone di grande altruismo, che ancora una volta, sempre gratuitamente diffondono manifestazioni organizzate dai VOLONTARI di cui ho sempre ho avuto ed avrò il massimo rispetto!

Sono in questo caso solidale e davvero dico a chi scrive frasi tipo: ''Amministratore di un sito da 4 soldi, ripubblica i 2 articoli che scrissi e che evidenziano la semplicità della corsa, cancellandolo nel 2011, hai dimostrato di essere il capo di un gregge con i loro nuovi orologi e le scarpe ultimo modello. La corsa è ben altro...la tecnologia uccide lo sport e la società''... che prima di giudicare chi mette grande impegno nelle cose che fa GRATUITAMENTE, SI IMPEGNI PRIMA DI ERGERSI A GIUDICE A METTERSI AL LAVORO COI VOLONTARI PER COSTRUIRE, SE DAVVERO LO CONOSCE! UN MONDO MIGLIORE...dubito pero' possa farlo se capisco e leggo bene ...da Outsider!!
SABRINA SGALABERNA
UN SORRISO a TUTTI VOI AMICI ED UN ABBRACCIO A CARLO!

Paride Gardelli

Postato il
12/11/2020
ora 08:36:39

replica

Adesso che è passata qualche settimana dal 4 ottobre, giorno della “Corri tra le querce di Dante”, e di riscontri negativi non ce ne sono stati, è arrivato il momento di rispondere a tutti quelli che hanno chiesto spiegazioni su cosa sia successo riguardo a questa gara. E visto che siamo stati attaccati ancora una volta su social e altri canali, quindi pubblicamente, lo facciamo su questo sito, così tutti possono rendersi conto di quanto accaduto.
Al soggetto, nonché Resp. Territoriale Atletica (R.T.A.) UISP, che giusto due anni fa ha dato inizio a questo argomento (se volete rinfrescarvi la memoria www.romagnapodismo>foto>agosto2020>CrocettadiLongiano>P1140665) non è piaciuta la reazione che c’è stata allora sul forum di questo sito dopo essersi fatto promotore del boicottaggio alla “Maratonina della Colonna dei Francesi”. Ma non si è dato per vinto, anzi ha atteso il momento opportuno per cercare di rivalersi, puntando questa volta al bersaglio grosso, cioè far annullare addirittura la gara, che per via dell’emergenza sanitaria si è spostata da Madonna dell’Albero a Fosso Ghiaia, Parco 1° Maggio. E stavolta ha cercato di coinvolgere nel suo progetto tutta la UISP con il Resp. Regionale Atletica e con il Presidente Territoriale.
Qualcuno tra i presenti al Parco 1° Maggio domenica 4 ottobre si è un po’ allarmato quando verso le ore 9 è arrivata una pattuglia della Polizia Municipale accompagnata da una guardia forestale, ma la Questura ci aveva avvisato che sarebbero passati a constatare se quanto dichiarato nelle richieste di autorizzazione fosse realmente applicato, in particolare se il percorso e la zona del ritrovo fossero sufficientemente ampi da garantire il distanziamento interpersonale, oltre alla presenza dei presidi sanitari obbligatori. Verificato tutto questo, gli agenti hanno preso atto della idoneità dicendo che potevamo proseguire.
Questa è stata la dimostrazione definitiva che questa gara era perfettamente in regola sotto tutti gli aspetti in questo delicato momento: ok da Prefettura ed Ente Parco, la FIDAL era stata informata via mail che questa gara sostituiva la “Colonna dei Francesi” già inserita nel calendario regionale e quindi doveva considerarsi di pari livello, dando il consenso e autorizzando di fatto la partecipazione dei propri tesserati. Ma questa è stata anche la conferma che in certi uffici noi siamo ritenuti credibili, diamo delle garanzie sul rispetto delle norme e ci viene riconosciuta una affidabilità che non tutti sono in grado di assicurare (e questi purtroppo sono requisiti che la Struttura Atletica Territoriale UISP al momento non possiede, poi vi diremo il perché).
C’era anche l’omologazione UISP, arrivata via mail il 18/09 firmata dal Presidente Territoriale, e da quel momento siamo partiti con tutti gli aspetti organizzativi. Poi sono successe cose strane e contraddittorie fino a toccare il limite del grottesco. Il 24/09 arriva una mail con provvedimento di sospensione perché il 17/09!!! (quindi il giorno prima del rilascio) c’era stata una riunione in Prefettura per importanti novità da adottare nelle gare podistiche (particolari di cui noi eravamo già a conoscenza e che avevamo già messo a punto, visto la vicinanza della gara). Già qui ci siamo posti qualche domanda sulla coerenza di chi ci stava di fronte ed è sorto il dubbio di quali fossero le reali intenzioni. Rispondiamo alla mail e contestiamo sia la sospensione che la pretesa UISP di fare da intermediari, poiché avevamo già l’assenso verbale della Prefettura anche se il documento finale ci sarebbe arrivato solamente pochi giorni prima della gara, per cautelarsi da eventuali imprevisti dell’ultimo momento. Quindi per noi tutto a posto. Per la UISP invece no, il 30/09 arriva una mail con addirittura l’annullamento definitivo dell’omologazione, motivata essenzialmente dalla mancata presentazione dell’ordinanza della Prefettura. Decisione che non ci ha sorpreso, si voleva arrivare dove abbiamo detto e hanno rotto tutti gli indugi. Rispondiamo nuovamente dicendo che, viste le ns contestazioni in risposta alla mail del 24, non potevano essere loro a giudicare dato che erano parte in causa, ma doveva essere un organo garante superiore, preannunciando ricorso nelle sedi preposte.
A questo punto l’R.T.A. ha scaricato sia il Resp. Regionale Atletica sia il Presidente territoriale e ha dato sfogo all’istinto persecutorio che ha sempre a portata di mano, con una serie di annunci su social e gruppi w.a., asserendo che la gara non era omologata e quindi priva di assicurazione, intimando ai presidenti di società di vietare la partecipazione ai propri atleti e più in generale di disertare la manifestazione. Con un sms ha cercato anche di convincere ENDU a rinunciare al cronometraggio. Le ultime mosse di un disperato che si è giocato tutte le carte nel tentativo di farci desistere, fallite miseramente anche stavolta. Un azzardo di cui non sappiamo se la UISP abbia condiviso o meno, visto che è pur sempre un loro rappresentante, ma ci è sembrata un assunzione di responsabilità che un qualsiasi E.P.S. dovrebbe condannare se vuole continuare a godere della stima dei propri associati.
La gara si è poi svolta regolarmente e nei giorni successivi è partito il ricorso.
E per finire un paio di considerazioni.
- Le uniche gare che si sono svolte in Provincia di Ravenna in questo periodo sono state quelle in cui le società organizzatrici hanno gestito direttamente l’iter delle autorizzazioni. Quando il Resp. territoriale atletica UISP si è presentato alle autorità ai primi di agosto su incarico di alcune società con un pacchetto di gare previste a breve è stato segato pari pari, e i motivi sono facilmente intuibili.
- Sulla gara del 4 ottobre ha insistito molto sull’inesistenza dell’ omologazione e quindi dell’assicurazione per gli atleti. Ma non può non essersi accorto (è uno dei suoi compiti principali) che “Il Giro della Serra” di Castelbolognese (in calendario a novembre fino al 2017 e a settembre dal 2018) si è sempre corso con omologazione rilasciata senza che la società fosse affiliata UISP e di conseguenza senza copertura assicurativa. Questo è emerso chiaramente in una riunione di società circa un anno fa, presenti anche il Resp. Atletica Regionale ed il Presidente Territoriale (quindi tutti consapevoli), dove il presidente della società organizzatrice ha ammesso che ha sempre affiliato la società a gennaio; l’anno sportivo UISP finisce al 31/08 e di conseguenza anche l’assicurazione scade a quella data, quindi quella gara è sempre stata doppiamente irregolare e con grossi rischi per gli atleti in caso di incidenti. Possibile che all’R.T.A. sia sfuggito questo passaggio? Oppure ha fatto finta di non vedere, sperando che nessuno se ne accorgesse, come già capitato in altre occasioni? Ma questo è solo uno dei tanti episodi che lo vedono protagonista in negativo della sua gestione e che ha rimesso in gioco ancora una volta la credibilità di UISP Atletica a Ravenna.
Confusione mentale imperat.

Giancarlo

Postato il
15/11/2020
ora 18:55:28

replica

più che confusione mentale è 1 piano stabilito dai servi di chi ha organizzato il virus/complotto ingigantendo il terrorismo dovremmo riprenderci la libertà di movimento e lavoro compreso organizzare anche corse clandestine w fusaro e sgarbi

Lone runner

Postato il
18/11/2020
ora 18:12:46

replica

Dai va là ossigeniamoci tutti il cervello con qualche km in più di corsa, anche al freddo ..i complotti li lasciamo alle menti contorte e ai bla bla bla... Comunque un bravo a chi si danna in questi pestiferi tempi complicati per organizzare eventi ufficiali, ostacolati da burocrati, incompetenti e virus del caxxx... Torneremo a correre maratone e anche le sagre del tortello . P.S.Ai pregiudicati e gente come Sgrabi e simili TSO a vita. Viva la corsa.

Giancarlo

Postato il
22/11/2020
ora 20:14:32

replica

non riusciranno mai ame ,sgarbi e noi simili usare il tso te l'assicuro!
Letto n. 17671
volte
replica
Replica

nuovo post
Nuovo