Autore
Argomento : Podistiche brisighellesi 25.08.13

Tempus fugit

Postato il
25/08/2013
ora 23:23:34

replica

Correre presso Brisighella e dintorni a noi romagnoli andrebbe prescritto dal medico sportivo…a parte i paesaggi unici sconosciuti a molti di noi si ha la possibilità di sperimentare impegnativi percorsi tra parchi e colline, con bei saliscendi e momenti “trail”. Il passaggio attraverso il parco del Carné che con i suoi calanchi e biodiversità ormai è conosciuto anche all’estero grazie anche ad un recente documentario della BBC impreziosisce questa “podistica non competitiva” svoltasi questa mattina, che prevede anche itinerari più leggeri per i camminatori. Con questo percorso mi ero cimentato l’anno scorso per la prima volta divertendomi parecchio soprattutto nella seconda metà… Un anno fa la corsa era più corta (8km) e competitiva, quest’anno ci si allunga di circa 3 km (alla fine per esattezza saranno 10.400 m), perdendo il carattere di gara. Eppure i partecipanti in piazza Carducci già sulle 8 sono tanti e c’è chi pare volonteroso. Spiccano tra le altre le canotte bianche dell’Avis Forlì e quelle arancioni del Lamone. La mattina è piuttosto freschina ma con il sole arriverà poi a scaldarci tutti! La cucina da campo comincia a friggere pizza già mezzora prima dell’inizio della gara, e non par vero di vedere 70enni far… correre le mandibole già a quest’ora. Alle 9 si parte, l’itinerario ricalca quello dell’anno scorso. Sono subito 2 km di salita prima di un breve tratto pianeggiante che precede l’ingresso collinare nel parco. Io imposto subito il mio passo lentino ma costante e faccio la mia corsa senza badare troppo agli altri. Durante le ferie, pur in lidi lontani, ho continuato ad allenarmi normalmente con fisso l’obiettivo autunnale. La salita mi fa certo faticare ma stavolta sento che lo sforzo mi fa un gran bene, testa e caviglie…Appena usciti dal borgo già si ammirano i vicini calanchi. Poi nei primi corti tratti in discesa mi allungo con la testa già alla parte finale. La parte dentro al parco ha un carattere trail: peccato poi quando mi accorgerò che rispetto all’anno scorso è stata eliminata la discesa lungo la collina all’interno del parco, infatti si ritornerà indietro sul tracciato finale. Comunque ancora nella fase in salita cerco sempre di tenere in movimento le gambe anche nel punto più ripido sassoso, dove l’anno scorso come tutti mi ero semplicemente inerpicato. Fatto questo passaggio critico finalmente si comincia a ballare: discesa pura su stradello asfaltato! Qui mi butto e alè! Comincio a riprendere qualche concorrente che in precedenza si era mostrato più rapido di me in salita. Giù in picchiata si passano in rassegna rapidamente tutte le razze di podisti impegnati in zona: da quelli che hanno preferito partirsene per i cavoli propri ai tranquilli camminatori, agli escursionisti veri e propri e ai semplici gitanti della domenica ecc. Ritornando verso Brisighella sempre in velocità riprendo prima un duetto che procedeva sicuro e poi nei cento metri finali un concorrente solitario. Finisco allo sprint, sto bene, mi sono divertito e sono soddisfattissimo… ottimo allenamento collinare. Sulla piazza di arrivo finalmente mi rifocillo di crostata all’albicocca e tanto succo di frutta e acqua. Raccolgo il mio sacchettino di generi alimentari in premio e mi incammino verso casa.

Carlo

Postato il
26/08/2013
ora 08:19:50

replica

Quella corsa è stupenda, sia per il paesaggio sia per l'accoglienza!
Nonostante il forte acquazzone della notte precedente le presenze sono state veramente tante e le foto del nostro grandissimo Enio Gatta lo testimoniano.

Tempus fugit

Postato il
26/08/2013
ora 13:58:10

replica

Sì come al solito belle ed eleoquenti le foto...ci sono pure anch'io, ripreso mentre procedo in...picchiata
Letto n. 32417
volte
replica
Replica

nuovo post
Nuovo