Autore
Argomento : Dolomites SkyRace (Canazei)

Nicola

Postato il
22/07/2013
ora 11:25:14

replica

Io e Claudia arriviamo a Canazei venerdì pomeriggio; proveniamo da Milano dove la sera prima abbiamo assistito al bellissimo concerto a San Siro dei Depeche Mode !
Venerdì sera alle 21 presso il cinema di Canazei non ci lasciamo scappare l’occasione di andare a sentire l’ospite della serata che presenterà il suo libro… Marco Olmo…serata interessantissima che concludiamo con una bella foto insieme all’ospite !
Sabato ritiro pacco gara, pettorale (particolare, di quelli che si indossano tipo canotta smanicata) e chip. La gara è valida come campionato europeo SkyRace e nel paese sono presenti atleti di tantissime nazioni differenti…comincio a sentirmi un pochino fuori luogo !
Il venerdì mattina intanto, è stata corsa la Vertical; durissima gara che in poco più di 2 km sviluppa in dislivello positivo di 1000 metri…terribile… La vince il “solito” fortissimo spagnolo Killian Burgada e per le donne la svede Forsberg…
Alle 18.30 del sabato briefing tecnico al cinema di Canazei dove spiegano tutto in maniera impeccabile. Ci mostrano il percorso, le immagini girate dall’elicottero il giorno precedente per mostrarci la situazione neve in quota e spiegarci che cosa è stato fatto per la sicurezza….tutto tradotto in inglese, francese e spagnolo per i concorrenti stranieri..
Il direttore di gara puntualizza che quest’anno saranno inflessibili….chi non dovesse passare al Forcella Pordoi (all’8° km di gara) entro l’ora e 50 minuti verrà escluso dalla gara...so di essere a rischio…ma so anche che ce la metterò tutta e sono arrivato preparato per quanto possibile e quindi sono con la “coscienza” a posto…certo sarebbe una delusione fermarsi lì…
Domenica mattina arriva…mi sveglio alle 4.50 per fare colazione e alle 7.45 siamo già in piazza a Canazei dove mi trovo col mio socio di avventure Nicola.
10 giorni fa ho scelto di comprare i bastoncini telescopici, li ho provati una volta lo scorso lunedì e ho notato che in salita danno un certo aiuto…e qui di salita ce n’è e con un “discreto” dislivello…in poco più di 10k dovremmo “scalare” 1750 metri…
Ci siamo…700 partecipanti dentro al cancello di partenza…- 2 minuti…comincio a guardare “lassù”…e vedo la punta del Forcella Pordoi lontanissima….
Arriva l’elicottero che dovrà riprendere le immagini di corsa…-5 secondi, 4, 3, 2, 1…..si parte !
Tattica di gara: dare tutto fin da subito…cercare di arrivare al Passo Pordoi in circa 1 ora e poi….sperare di stare dentro al tempo massimo…
Si sale subito….corro per circa 700 metri e poi subito entriamo dentro alla pista di sci…si cammina in salita e il cuore comincia a battere e a tenere giri alti…non voglio guardare in alto..non voglio farmi “impaurire” da quelle vette dolomitiche…guardo basso e spingo…gambe e braccia sincronizzate…
Ogni tanto leggeri falsopiani mi danno modo di abbozzare piccoli passi di corsa….il terreno è un pò pesante per via del temporale notturno ma riesco comunque a salire bene...ogni tanto butto lo sguardo su e vedo la fila di gente che scala la pista…
Al 4° km abbandoniamo la pista e cominciamo il sentiero che ci porterà al Passo Pordoi…guardo un attimo l’orologio e vedo che sono nei tempi prestabiliti….al 5° km vedo in lontananza il Passo e sento le urla della gente che incita chi arriva al primo ristoro…mi faccio forza, mi rianimo..la fatica (anche questa solo immaginata), è tanta…
1 ora e 1 minuto…sono arrivato al Passo Pordoi (altitudine 2239 mt) al km 5,6…tempo rispettato….bevo un attimo, pezzo di banana e via…la vera salita comincia ora…devo affrontare il terribile Forcella Pordoi..in poco più di 2 km il dislivello da scalare tra ghiaione e neve (più sù) sarà di 600 metri…
A guardarlo dal basso quello stretto canale che porta lassù ti fa sentire una formica…
Subito mi rendo conto che qui inizia la vera fatica…si scivola…anche i bastoni affondano nel ghiaione…il tempo passa…6° km… Gli escursionisti ci lasciano strada e ci incitano…danno morale ma non c’è fiato nemmeno per rispondere…il 7° km è infinito…non finisce mai…la fatica è tanta…l’altitudine toglie il fiato…guardo su e il serpentone a zig zag si inerpica verso la vetta…si sentono le urla della gente che è su ad incitare la gente che arriva… Mi manca un km circa…e ho poco meno di 15 minuti…comincio a pensare di non farcela…i pensieri negativi invadono la mia mente…la mia gara finirà qui.. inizia qualche tratto di neve..scivolo e i bastoni affondano… - 10 min…mi avvicino.. – 5 minuti…do tutto e mi avvicino…non ci credo forse ce la faccio…-3 minuti… il tempo scorre veloce..l’adrenalina aumenta…vedo il tunnel creato nella neve che sbucherà sul Forcella Pordoi al secondo ristoro e al cancello di chiusura… mi ci butto dentro..guardo l’orologio e vedo 1 ora e 49 minuti…chiedo se sono dentro..mi dicono di si…sono al settimo cielo in tutti i sensi…la mia gara continua !
Mi ristoro un attimo…sono gasatissimo ed incredulo…come ho fatto mi chiedo…vedo dietro di me la gente che viene fermata e penso che potevo essere io… lascio i bastoni lì (l’organizzazione li porterà indietro)…siamo a 2850 metri..ma non c’è tempo per rilassarsi..la prossima sfida è il Piz Boè situato a 3152 metri…lo vedo è la che mi sfida..riparto..
Qui c’è tanta neve e scivolo in terra più volte…cambia ancora lo scenario..nuvole basse…il sole non lo vedo e fa freddo..inizia la scalata sulle rocce…tratti di ferrata..qui ci si arrampica veramente...comincio a sentire fittine di crampi ai quadricipiti…mantengo la calma..li gestisco…la gente incita…sento che qualcuno dice che lo spagnolo è già arrivato e vince in 2 ore…alieno..
Ultime scalate…e davanti c’è il rifugio..sono arrivato a 3152 mt in 2 ore e 28….la salita è finita (penso..)….mi ristoro un minuto..tempo di metabolizzare….si cambia ancora…metto i guanti per la neve e le funi di sicurezza installate a cui aggrapparsi…si parte...e qui capisco che sarà ancora più dura di quanto è stata finora…
Neve in discesa…si fa fatica stare in piedi…ghiaione in discesa…affronto i primi tratti con prudenza per capire come reagiscono le mie gambe dopo lo sforzo in salita…le sento bene…e il morale è alto…dopo un tratto di ghiaione e sassi si apre una discesa piena di neve..che faccio ? culo in terra e via a mò di slittino ! faccio strada e non rischio la caduta….quando mi alzo ho le gambe e le braccia intorpidite per il freddo….si riparte…ora tratti di falso piano…Sali scendi ammazza gambe (ma la salita non era finita ?)…paesaggio lunare..tutto sasso…arrivo al ristoro del rifugio Boè…si continua..
Un addetto dell’organizzazione mi dice di stare attento ad una pozza d’acqua nella neve….lo ringrazio e puntualmente ci finisco dentro con tutte e due le gambe…acqua ghiacciata fino alle ginocchia…si continua…la neve finisce ma la discesa continua ad essere super tecnica…supero un po’ di gente che qui ha più timore…l’orologio corre e vedo che siamo alle 3 ore e 30…
Il limite per entrare in classifica è fissato alle 4 ore e 15 minuti…sono sicuro di farcela…ma…non si arriva mai..pensavo di metterci meno tempo..credevo che la discesa cosi tecnica finisse prima ed invece è molto lunga..finalmente cominciano i sentieri sotto bosco…prendo velocità…recupero qualche posizione..sorpasso un ragazzo con slancio e poi…una radice mi frega e mi manda a terra…sbatto il ginocchio destro non so contro che cosa..vedo che sono ferito ma non faccio a tempo a sentire dolore che i crampi mi devastano i quadricipiti delle gambe…il ragazzo da poco superato mi soccorre..mi stira le gambe..mi offre da bere…mi aiuta ad alzarmi..è stato gentilissimo…non sento male riparto e non penso più alla caduta…non mi arrendo certo qui !
Al penultimo ristoro ci dicono che mancano poco meno di 4 km (??)…e vedo che arriverò fuori tempo massimo…ma come ? il mio orologio segnava diversamente…forse colpa del dislivello non è preciso…
Mi rassegno…mi godo comunque gli ultimi km con il ragazzo che mi ha soccorso..a Canazei ci arrivo comunque dai !...altro ristoro inaspettato e chiedo quanto manca…mi aspettavo 3 km…mi dicono 1 km e mezzo neanche !
Ripartiamo a tutta birra…mancano 7 minuti…ce la possiamo fare !
Corriamo velocissimi…dopo 4 ore le gambe si rianimano ! inizia l’asfalto siamo a Canazei ! manca 1 minuto !
Sprinto... vedo le transenne…sento gli incitamenti di Claudia e dei miei amici..tappeto rosso…non mi ferma più nessuno…guardo il display...4 ore 14 minuti 55 secondi….!
Nemmeno se facevo un sogno cosi stanotte mi riusciva meglio !!
Sono orgoglioso di me stesso…ho superato un altro limite che credevo per me troppo arduo…
Oggi sono un pò gonfio e claudicante…ma felice e appagato più che mai.

Tempus fugit

Postato il
22/07/2013
ora 13:10:15

replica

Grande impresa Nicola, complimenti!!! Eroico, bella soddisfazione veramente...Secondo me Olmo ti ha ispirato ed assistito...

Nicola

Postato il
23/07/2013
ora 18:29:32

replica

Grazie Tempus !

Letto n. 2727
volte
replica
Replica

nuovo post
Nuovo